Premio King of Catering: Sire Ricevimenti tra le quattro finaliste

Premio King of Catering: Sire Ricevimenti tra le quattro finaliste

Premio King of Catering: Sire Ricevimenti tra le quattro finaliste Chi si occupa di eventi a livello professionale, sa quanto dietro la loro organizzazione ci sia una cura e un’attenzione assoluta a tutti i dettagli, per rendere ogni evento indimenticabile e impresso nella memoria dei partecipanti. Questo è  l’obiettivo principale del Guppo SIRE, che da oltre vent’anni rende speciali  ricevimenti, cene di gala e ogni altro tipo di evento che organizza.  (more…)

Perché scegliere il veglione a Valle dell’Aquila e a Villa Caracciolo

Perché scegliere il veglione a Valle dell’Aquila e a Villa Caracciolo

Perché scegliere il veglione a Valle dell'Aquila e a Villa Caracciolo Due location diverse fra loro, dai paesaggi suggestivi e le atmosfere particolari per trascorrere un Capodanno da non dimenticare: Valle dell’Aquila e Villa Caracciolo, offrono, per questo inizio del 2014, due serate da non perdere. Il Country Relais Valle dell’Aquila, sito nella località Masserella a Settefrati in provincia di Frosinone, è un hotel di charme immerso nella natura, dotato dei servizi più confortevoli, come le aree attrezzate all’aperto, il parcheggio, l’ampio salone delle feste e il ristorante con oltre 300 posti. Le nove camere della struttura, sono perfette per le coppie desiderose di privacy e tranquillità e per le famiglie in cerca di qualche giorno lontano dalla quotidianità. Quest’hotel rende la scelta del modo in cui trascorrere il Capodanno ancora più semplice, perché dopo il ricco cenone a base di prelibatezze quali rucola e gamberi,  risottino agli agrumi e gamberetti, filetto di orata  in crosta di mandorle e salsa allo zafferano, frutta fresca e secca seguita dai dolci tipici delle feste ed il tradizionale zampone con le lenticchie che a Capodanno non può mancare e tanto altro ancora, si può pernottare in  una delle camere a disposizione, godendosi un inizio d’anno di relax e pace, come in un sogno, lontani dalla realtà. La cucina proposta dal Relais Valle dell’Aquila è una cucina ciociara, tipica e biologica, con piatti elaborati che seguono le stagioni, accontentando tutti i tipi di palati, grazie a prodotti tipici del territorio. Un bicchiere di vino, buona musica e un camino renderanno il vostro soggiorno ancora più speciale. In quest’hotel di charme, si può godere inoltre di un paesaggio suggestivo e di diverse attrazioni turistiche, con percorsi ginnici, escursioni a cavallo, il percorso naturalistico dei 7 pozzi, alla scoperta della natura, esplorando orizzonti mozzafiato. Perché scegliere il veglione a Valle dell'Aquila e a Villa Caracciolo Per chi invece per trascorrere il proprio veglione di Capodanno preferisse una location sul mare, Villa Caracciolo è l’ideale per una serata all’insegna della buona cucina e dell’atmosfera familiare, con le sue tre sale sui tre livelli e la terrazza panoramica per godere dello splendido panorama sul mare di Posillipo. Gli ampi saloni dalle caratteristiche diverse, con pareti vetrate e tanta luce, e i raffinati menù, costituiscono gli ingredienti ideali per una serata diversa, in uno dei luoghi più ammirati al mondo, la splendida cornice di Posillipo. L’aperitivo di benvenuto nella Sala Living, con Cocktail di Champagne, prosecco, differenti antipasti tipici della cucina partenopea seguiti dalla cena ai tavoli nella Sala Bianca, il gran buffet di dolci e il brindisi dopo la mezzanotte, fanno del Capodanno di Villa Caracciolo la tua festa più chic, con un menù raffinato e particolarmente ricco, caratterizzato da una cucina ricercata che da sempre regna nella Villa e fra i suoi chef. Le attrazioni vicine, dalle Pausilya Therme di Donn’Anna a Posilippo, all’Anfiteatro Romano, e il lungomare vicino, rendono Villa Carcciolo una location ancora più suggestiva e facile da scegliere per una serata particolare come quella di Capodanno ed anche per altre occasioni speciali. Perché scegliere il veglione a Valle dell'Aquila e a Villa Caracciolo Non vi resta che godervi due luoghi affascinanti e diversi fra loro ma che offrono entrambi due serate da non perdere.

Tutti i concerti di Capodanno nelle piazze d’Italia

Tutti i concerti di Capodanno nelle piazze d’Italia

Tutti i concerti di Capodanno nelle piazze d'Italia I concerti di Capodanno sono ormai da tempo un must per chi decide di festeggiare l’inizio del nuovo anno in maniera diversa, lontano dalle solite feste nei locali ma cantando e ballando nelle piazze. Anche quest’anno con il Capodanno ormai alla porte, in molti si stanno chiedendo come dire addio al 2013 e dare il benvenuto al 2014  senza  stress e senza spendere  troppo, ed un concerto in piazza soddisfa pienamente queste aspettative. Non resta che valutare le diverse alternative che le differenti piazze italiane propongono, partendo dalla capitale, dove il 2014 si apre con una splendida iniziativa in favore delle donne al Circo Massimo. Cantanti del calibro di Malika Ayane, Niccolò Fabi, Nina Zilli, Daniele Silvestri e Radici nel cemento, si riuniranno a Roma per dare il benvenuto al nuovo anno lanciando un bel messaggio di speranza nei confronti delle donne. A Milano la scelta sarà doppia e si potrà assistere al concerto dei Motel Connection seguiti da Elio e le storie tese, in Piazza del Duomo oppure, per gli amanti della musica classica, ci sarà un altro concerto in Piazza Castello.  A Torino, il Capodanno ha il suono del rock con la band Garden of Alibis che apre un concerto dai toni più vari, che vede fra i protagonisti Giuliano Palma prima e il djset dei Mostricci of Sound poi. A Sanremo, la città della musica per eccellenza, la scena sarà tutta dedicata al cantautore Nek, che si esibirà in piazzale Lorenzo Vesco a Porto Vecchio. A Savona, in Darsena lo spazio sarà tutto di Roberto Vecchioni mentre a La Spezia, in Piazza Beverini si esibiranno Mille Lire e il rapper Emis Killa.  Paolo Belli e la sua band suoneranno a Modena in Piazza Grande mentre a Rimini il Capodanno sarà reso speciale dalle due fra le voci più amate del momento, quella di Marco Mengoni e di Mario Biondi.  Il capoluogo toscano invece, vedrà affiancarsi artisti diversi nelle varie piazze della città: in Piazza della stazione canterà Max Pezzali insieme a Plastic Men, Go!Zilla e Martinicca Boison. In Piazza della Repubblica la musica sarà jazz e swing mentre per chi preferisse il genere gospel, potrà recarsi in Santissima Annunziata con The Anthony Morgan’s Inspirational Choir of Harlem. Ma le possibilità a Firenze non sono ancora finite: in piazza Signoria ci sarà il tradizionale concerto di musica classica e per finire, si ballerà con il djset in piazza Annigoni.  A Napoli sarà Pino Daniele a dare avvio al nuovo anno, con la musica che da anni lo lega alla sua città mentre a Salerno, si esibiranno gli Stadio in Piazza Amendola con Alessandra Amoruso. Scendendo più a sud dello stivale, arriviamo a Cosenza, dove ritroveremo Vinicio Capossela e la Banda della Posta in Piazza XV Marzo e a Palermo si esibirà il poliedrico Max Gazzè in Piazza Politeama.  A Catania, ci sarà l’esibizione del maestro della musica balcanica Goran Bregovic in Piazza Duomo mentre ad Alghero i protagonisti assoluti saranno i Negrita.  Infine in provincia di Bari, a Noci, suoneranno in Piazza Garibaldi i Boxerin Club.  C’è solo l’imbarazzo della scelta dunque: per una fine dell’anno da ricordare, basta scegliere il concerto che più ci piace e goderci un inizio d’anno a suon di musica ed allegria.

Il menù di Capodanno proposto da MasterChef

Il menù di Capodanno proposto da MasterChef

Il menù di Capodanno proposto da MasterChef In queste ore, molti sono alla ricerca del menù ideale da proporre al cenone di Capodanno, che da sempre riunisce parenti ed amici per dire addio al vecchio anno e dare il benvenuto a quello che verrà. Per questo cenone è possibile ispirarsi al menù proposto da MasterChef, che unisce prelibatezze esotiche a ingredienti tradizionali, per una fine dell’anno degna di un vero chef. Per cominciare al meglio il nostro cenone, tra gli antipasti proposti da questo menù dai tratti fusion, ritroviamo una tartare di gamberi rossi con bloody mary, piatto veloce da preparare e buono da gustare. Il menù di Capodanno proposto da MasterChef Anche per i primi piatti, questo menù è ricco di sorprese e lascia gli invitati a bocca aperta, grazie alle sue ricette ricercate e particolari. Un esempio è rappresentato dai ravioli euro-asiatici al vapore, un piatto gustoso che richiede circa 60 minuti di preparazione, lasciando stupiti tutti gli ospiti. Il menù di Capodanno proposto da MasterChef Per quanto riguarda i secondi, il menù di MasterChef predilige la carne, e propone un galletto con burro d’arachidi, per soddisfare anche i palati più raffinati. Il menù di Capodanno proposto da MasterChef Infine per il dessert, questo menù stupisce tutti con una particolarità, la ciliegina sulla torta ad una cena davvero unica, ossia il dessert Nan-e nokhodchi e sfoglia croccante, una ricetta elaborata per un finale fuori dal comune, capace di lasciare tutti gli invitati al vostro cenone senza parole. Il menù di Capodanno proposto da MasterChef Se siete ancora alla ricerca della ricetta giusta per un cenone speciale che lasci tutti senza fiato, fatevi ispirare da questi piatti e trasformatevi per una sera in un vero MasterChef.

Il tuo #christmasfood delle feste di Natale

Il tuo #christmasfood delle feste di Natale

Il tuo #christmasfood delle feste di Natale

Partecipare ad un social contest per far risaltare le proprie doti culinarie e mettersi in gioco in maniera innovativa: con Sire si può. Nelle festività natalizie ci si cimenta con i piatti più saporiti e belli da presentare, ed un modo divertente  per essere gratificati di tutto il lavoro fatto,  è quello di partecipare all’iniziativa lanciata da Sire “Fotografaci il tuo #christmasfood”.

Si tratta di un social contest a regali che consiste in una raccolta di immagini contenenti l’espressione “#christmasfood” che rappresenti il tema del cibo a Natale in tutte le sue  manifestazioni, dai piatti preferiti alle ricette amate, dal momento della preparazione di un piatto ad un singolo ingrediente particolare. I partecipanti possono divertirsi  a condividere tutte le loro prelibatezze, rendendo più stimolante il momento della preparazione dei cibi natalizi, croce e delizia di chiunque cucini durante le feste.  Sui social è già aperta la gara e le immagini fino ad ora raccolte sono davvero molto belle. Come da regolamento, ve le mostriamo man mano che arrivano, così da segnalare il vostro gradimento con un like, con una condivisione o un commento:

1. Rosangela Cascone:  Il tuo #chritmasfood delle feste di Natale   2. Anna Cozzolino:

Il tuo #chritmasfood delle feste di Natale

3. Simona Cozzolino: 

Il tuo #chritmasfood delle feste di Natale

  4. Anna Cozzolino: Il tuo #chritmasfood delle feste di Natale   5. Fabrizio Ussorio: Il tuo #christmasfood delle feste di Natale   6. Simona Cozzolino:  Il tuo #christmasfood delle feste di Natale   7. Anna Cozzolino: Il tuo #christmasfood delle feste di Natale   8. Anna Cozzolino:  Il tuo #christmasfood delle feste di Natale   9. Rosangela Cascone:  Il tuo #christmasfood delle feste di Natale   10. Anna Cozzolino: Il tuo #christmasfood delle feste di Natale   11. Terry Russo: Il tuo #christmasfood delle feste di Natale   12. Terry Russo: Il tuo #christmasfood delle feste di Natale Le immagini e i messaggi possono pervenire in differenti modi, sia tramite tweet indirizzato a @Sirericevimenti oppure attraverso un post sulla Fanpage ufficiale di Sire Ricevimenti, contenente l’hashtag #christmasfood ed ogni scatto ricevuto potrà essere visualizzato sul blog ricevimenti.it e votato dagli utenti attraverso una condivisione, un  Like o un commento. Più messaggi si pubblicano, più aumenta la possibilità di vincere e la scelta del vincitore dipenderà dalla qualità delle immagini contenenti l’hashtag e la quantità di voti ricevuti.  I vincitori potranno godersi i magnifici premi messi in palio corrispondenti ad una notte in un hotel 4 stelle di una delle location del gruppo Sire per il primo posto, una cena al Ristorante Donnanna per il secondo posto e infine due biglietti in Tribuna Posillipo per una partita del Napoli. La raccolta delle immagini durerà dal 15 al 31 dicembre 2013  e i vincitori scelti da Sire Ricevimenti verranno contattati in privato e invitati a rilasciare i dati per il ritiro di uno dei premi. E allora, cosa aspettate? Resta ancora un po’ di tempo per partecipare al nostro contest, non lasciatevi scappare questa simpatica occasione di mostrare tutta la vostra bravura in cucina e godervi uno dei premi in regalo.

Abbuffate di Natale: missione “digerire le feste”

Abbuffate di Natale: missione “digerire le feste”

Abbuffate di Natale: missione Le abbuffate di Natale arrivano puntuali ogni anno portando con sé, oltre alla buona cucina qualche chiletto in più. All’indomani delle festività, i sensi di colpa assalgono la maggior parte di quelli che hanno esagerato con i brindisi e i panettoni, e scatta la missione più temuta da tutti: digerire le feste. Da Nord a Sud infatti, il cenone e il pranzo di Natale sono caratterizzati da piatti gustosi e tipici della nostra tradizione che però nella maggior parte dei casi, sono ricchi di calorie e quando se ne abusa, possono far spostare l’ago della bilancia in avanti.  Dai tortellini ripieni ai cappelletti in brodo, dagli struffoli all’agnello: in Italia nei giorni di festa la dieta lascia il posto al piacere per la buona tavola e passate le festività, si cercano i rimedi. Si comincia dunque depurandosi da tutti i dolci e cibi in eccesso e ritornando all’alimentazione quotidiana, senza lasciarsi tentare da digiuni forzati che rischiano di avere l’effetto contrario, aumentando soltanto la fame. La maggior parte dei chili presi a Natale, si smaltisce proprio tornando al regime alimentare quotidiano che non prevede alcuna forma di digiuno ma solo porzioni ridotte, tanta acqua, fibre, verdure, proteine e un po’ di sport e allenamento che non guastano mai. Abbuffate di Natale: missione Senza rinunciare alle numerose leccornie che le festività portano sulle nostre tavole, si può unire buona cucina e buon senso, cercando quell’equilibrio ideale fra i piaceri della gola e gli eccessi per lo stomaco. In attesa della prossima abbuffata dunque, digerire le feste è possibile, basta solo ritornare alla normalità, lasciandoci alle spalle dolci, tavolate, pranzi e cene infinite con i parenti e gustandoci qualche sana passeggiate fra le luci che ancora addobbano le città.

La perfetta damigella della sposa

La perfetta damigella della sposa

La perfetta damigella della sposa

Il ruolo di damigella d’onore  è fra i più ambiti e desiderati dalle amiche della sposa. Molto diffuso nei paesi anglosassoni, questo sta prendendo sempre più piede anche in Italia ed in genere è la migliora amica della sposa la candidata ideale a rivestire il ruolo di damigella.

Una damigella che si rispetti, deve sostenere la sposa in ogni sua decisione, sopportando con pazienza gli sbalzi d’umore e lo stress dovuto alle difficili scelte, in primis quella relativa all’abito da sposa. La damigella infatti, dovrà accompagnare la festeggiata a scegliere l’abito, consigliandole quello più adatto a lei e sarà fondamentale anche in altre circostanze come la scelta dei centrotavola o dei fiori, tutte decisioni che in genere non prevedono la presenza dello sposo e di conseguenza, coinvolgono la damigella.

Ma i compiti di una damigella non finiscono qui: sarà lei infatti a dover organizzare l’addio al nubilato, scegliendo in base ai gusti dell’amica come è meglio festeggiare. Un week-end in una capitale europea, una giornata rilassante in una spa per stemperare l’ansia e lo stress dei preparativi, una serata folle e divertente in qualche locale o una cena in un ristorante amato dalla sposa, ogni damigella sceglierà l’addio al nubilato più adatto alla sposa, per dedicarle un momento all’insegna del divertimento e relax.

Nel giorno delle nozze poi, la damigella d’onore aiuterà la sposa a prepararsi e vestirsi, avendo sempre pronto con sé il kit per ogni evenienza, con collant di ricambio e trucco in caso di un ritocco al make-up. L’obiettivo è quello di evitare qualsiasi imprevisto.

Infine, per quanto riguarda il look della damigella perfetta, l’abito in genere è scelto dalla sposa anche in base al tema e ai colori delle nozze. Da evitare abiti scollati e troppo appariscenti e il colore bianco, da riservare alla sposa,  e nero mentre da prediligere sono il verde, il viola e i colori pastello. Se poi le damigelle sono più di una, meglio sceglie un abito uguale per tutte, preferibilmente corto se il matrimonio è di mattina.  Per quanto riguarda le scarpe invece, non ci sono regole particolari da seguire e d’estate si può optare per un sandalo, bello ed elegante, mentre il trucco deve essere rigorosamente leggero.

Tutti questi elementi vi trasformeranno in una perfetta damigella d’onore.

Tutti pazzi per le App dedicate al matrimonio

Tutti pazzi per le App dedicate al matrimonio

Tutti pazzi per le App dedicate al matrimonio Le applicazioni dedicate al matrimonio stanno spopolando tra i futuri  sposi poiché rappresentano uno strumento utile e semplice per organizzare e gestire al meglio le proprie nozze. Se ne trovano davvero di tutti i tipi ed accompagnano le coppie in tutte le fasi dei preparativi, dal fidanzamento ufficiale alla scelta della location, fino ad arrivare al giorno tanto atteso. Il primo passo indispensabile in un matrimonio è il fidanzamento ufficiale. La scelta dell’anello da regalare alla futura sposa è importante e per consigliare al meglio i partner indecisi, c’è un’app ideata da Tiffany, la Tiffany & Co Engagement Ring Finder, che aiuta a trovare l’anello di fidanzamento giusto. Tutto sarà semplice esplorando i modelli, guardando il peso in carati e segnalando la misura in cui dovrà essere realizzato l’anello. Tra le applicazioni più diffuse per quanto riguarda i preparativi, da citare è sicuramente l’app di Matrimonio.it, noto sito internet per il matrimonio, che ha lanciato un’applicazione che facilita gli sposi nella ricerca della location, permettendogli di individuare e selezionare direttamente sul proprio smartphone i fornitori del portale, divisi per categoria. Grazie a questa app, è possibile consultare foto, video e informazioni varie sulle diverse location e servizi a cui si è interessati, contattando direttamente i fornitori e richiedendo preventivi. L’applicazione iWeddingPlanner è un altro utile strumento per gestire i diversi dettagli dell’evento, avendo la possibilità di condividerli in tempo reale con il proprio partner. Creando un unico account sulla app, gli sposi potranno coordinare in maniera sincronizzata le diverse sezioni, come l’agenda, la sezione “Nota Spese”, la lista degli invitati ed altre informazioni utili per organizzare al meglio le proprie nozze. Inoltre, all’interno dell’applicazione c’è una sezione chiamata “Il Matrimonio”, che fornisce preziosi consigli su bon ton, gestione della lista nozze e così via. Tutti pazzi per le App dedicate al matrimonio Immancabile anche lapp per l’abito da sposa, che aiuta le future mogli a scegliere il modello adatto a loro. Si chiama Wedding LookBook, e permette di ammirare fantastici modelli divisi per categoria e stile. Altra utile applicazione è quella relativa alla lista nozze, realizzata da Zankyou, che permette di fotografare direttamente con il proprio smartphone i regali che si desidererebbe ricevere. Comoda per gli invitati, che possono acquistare i regali anche attraverso l’app e anche per gli sposi, che possono in qualsiasi momento consultare la lista nozze, ringraziando personalmente per i regali ricevuti. Infine, un’app davvero interessante per gestire in maniera innovativa le nozze, interagendo con gli invitati, è SireApp, l’applicazione lanciata da Sire Ricevimenti, che contiene informazioni essenziali per il matrimonio come dettagli sugli sposi, la chiesa, con la mappa per raggiungerla, la location del ricevimento, la lista nozze ed altre simpatiche sezioni come “gioca con gli sposi” , che permettono di coinvolgere gli invitati al matrimonio in un modo nuovo e divertente. Inoltre, la particolarità di questa applicazione è che resta in funzione per dodici mesi, superati i quali può evolversi in un’applicazione che segue gli sposi anche dopo le nozze, nei momenti più importanti. Tutti pazzi per le App dedicate al matrimonio Insomma, anche per chi non potesse permettersi una wedding planner per il proprio matrimonio, la tecnologia fornisce strumenti semplici e rapidi per trasformare le proprie nozze in un evento unico. 

Veglione a Valle dell’Aquila: il nostro brindisi nella natura

Veglione a Valle dell’Aquila: il nostro brindisi nella natura

brindisi
In qualunque modo si festeggi, l’importante a Capodanno è vivere una serata di divertimento e buon umore, per celebrare al meglio l’anno passato e brindare a quello in arrivo. Esiste poi, un modo particolare di dare il benvenuto al nuovo anno, immersi nella natura e lontani dallo stress della città: il veglione a Valle dell’Aquila, hotel di charme nella provincia di Frosinone.

Avvolti in un’atmosfera conviviale ed elegante al tempo stesso, in questa stupenda villa si può godere di qualche ora lontani dalla realtà, gustando un cenone caratterizzato da prodotti tipici e rigorosamente biologici, e divertendosi fra percorsi naturalistici e camere di charme.

Il cenone a Valle dell’Aquila rappresenta un modo per staccare completamente la spina dopo un anno di impegni e rilassarsi nel tepore di una villa accogliente, aspettando il nuovo anno con dolci tipici e l’immancabile zampone con le lenticchie, per seguire al meglio la tradizione e augurarci un po’ di fortuna in più che si sa, non basta mai. Il veglione a Valle dell’Aquila è il modo migliore per brindare dunque, per cominciare alla grande e nel più completo relax il nuovo anno che ci aspetta. Veglione a Valle dell'Aquila: il nostro brindisi nella natura

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi